Posts contrassegnato dai tag ‘Elisa’

 

Ci ho vissuto per anni. Nel tentativo di osservare, di capire. Quello che mi gira intorno ha un perché. Ed in quanto tale può essere scoperto. Ed analizzato. E capito. Ed evitato.

Ed ha funzionato per anni. Poi ho fatto la stronzata di dar retta alla prima che passava. Di dar peso alle emozioni, al cuore.

E per cosa? Per trovarmi solo in una strada senza uscita? Per essere solo senza un motivo?

Avevo tutto. Potevo fare tutto. Ma ho sbagliato a dar retta a quel cazzo di consiglio. Per niente.

Ed ora cosa mi ritrovo? Ho perso la mia cognizione dell’ambiente, delle persone e di quel che mi circonda. Ho perso la possibilità di poter contare su quello che mi riusciva meglio. Ragionare.

Ora non ci riesco, o almeno non più come prima. Fallisco molto, ma molto più spesso. Ho ricordi di periodi in cui ero paragonabile ad una calcolatrice. Ora somiglio molto più ad uno scolapasta.

E tutto ciò che mi ritrovo è qualche lattina sparsa per casa di Chebo, un posacenere pieno ed io solo in questa stanza. Che tento di fare il possibile per mascherare quello che sono, quello che ho. E quello che vorrei. Tento di darmi forza per andare avanti, ma fallisco miseramente. Cerco di fare quello che mi ero prefissato. Di porre fine a quello che ho iniziato. Ma inutilmente. Non ci riesco più. Ho perso troppo.

Tento di recuperare il me stesso che era. Ma so che ormai è solo un fottuto ricordo. Dato via per una manciata di niente.

Quel sogno se n’è andato insieme a quel gran stronzo. Quel grandissimo stronzo che ha deciso di lasciarmi solo in questa situazione di merda. Dove sei eh? Cervello di merda.

Si, la vita è piena di errori. E non aspettano altro che un bug-fixer per bene. Ma non potrò più essere io.